News

Lunedì 19 febbraio 2024 Armand Shalari, studente di 42 anni del Polo Universitario Penitenziario dell'Università di Genova, ha discusso presso Balbi 4 la tesi "Il mito dei metalli nella Repubblica di Platone" laureandosi in Storia con una valutazione di 103. La tesi ha come relatrici la prof.ssa Clara Fossati ed la prof.ssa Elisabetta Cattanei. Fondamentale il supporto del coordinatore didattico Prof.


Abbiamo intervistato i nostri volontari del Servizio Civile Universale.        
Ci hanno raccontato le loro prime impressioni, le paure, ma soprattutto le gioie, le emozioni e le amicizie che si sono create e continuano a crescere, tra i volontari ma anche con gli studenti, i tutor e tutto il comitato.

Vuoi saperne di più sul servizio civile nel PUP?  
Le iscrizioni al nuovo bando sono aperte fino al 22 febbraio 2024!  
Vai alla pagina Servizio Civile Universale


Fino al 22 febbraio 2024 puoi fare domanda per diventare un operatore di servizio civile e lavorare con noi e con gli studenti del Polo penitenziario universitario!

La domanda va presentata al link https://domandaonline.serviziocivile.it/.  
Dopo aver effettuato l'accesso con SPID, cerca il nostro progetto inserendo il relativo codice che potrai copiare da qui: PTCSU0042523010446NXTX


Martedì 17 ottobre alle ore 17.00 nell’aula Meridiana di via Balbi 5 (II piano) si terrà la presentazione del volume “Le Pene e il carcere” (Mondadori, 2022) del prof. Stefano Anastasia, sociologo del diritto e della devianza dell’Università di Perugia e Garante della Regione Lazio dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà. 


L’Associazione Cineguida, in collaborazione con Doriano Saracino, Garante regionale delle persone sottoposte a misure restrittive, Antigone Liguria e Teatro dell’Ortica propone una rassegna di film sul tema giovani e giustizia


Martedì 26 settembre dalle 9.45 alle 12.00 il PUP ha partecipato all’iniziativa nazionale della notte europea della ricerca in carcere, promossa dal CNUPP (Conferenza nazionale che riunisce i vari Delegati dei PUP degli atenei italiani), mediante un collegamento dalla case circondariali di Pontedecimo (sezione femminile), di Marassi, di Spezia e di Sanremo a cui hanno preso parte gli studenti e le studentesse detenute iscritte a UniGe.


Si è conclusa la prima fase del progetto pilotaBoardgame in carcere” organizzato dal CeRG - Centro di ricerca sul gioco del Dipartimento di scienze politiche e internazionali - DISPI dell'Università di Genova, coordinato da Renzo Repetti, Delegato del Rettore al Polo universitario penitenziario regionale, in collaborazione con il PUP - Polo universitario penitenziario di UniGe e il PRAP – Provveditorato per l’amministrazione penitenziaria di Liguria, P


Nel mese di luglio la Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova e la provincia di La Spezia ha manifestato il proprio interesse a donare alle realtà penitenziarie numerose pubblicazioni edite dalla stessa Soprintendenza.
Le Direzioni delle Case circondariali di Genova Pontedecimo e La Spezia hanno accolto con favore l’iniziativa mettendo a disposizione gli spazi multimediali e bibliotecari presenti nelle stesse.


Oggi le volontarie e i volontari del servizio civile universale inseriti nei progetti di UniGe, Sc’art! e Compagnia delle opere, che prestano il loro servizio presso le case circondariali liguri, hanno partecipato ad alcune ore di formazione nel negozio-laboratorio di “Creazioni al fresco”. Lo showroom si trova nel cuore del centro storico genovese, in Vico Angeli 21r, all’interno di uno spazio concesso in comodato da AMIU. 


Nella giornata di ieri le volontarie e i volontari del servizio civile del progetto "Dentro e fuori: percorsi di educazione, formazione e lavoro nelle carceri" del Polo Universitario Penitenziario sono stati ospiti presso la sede del Centro di Ricerca sul Gioco (CeRG) dell'Università di Genova. Un bel momento di confronto sul progetto "Gioco da tavolo in carcere" che mira a portare un nuova prospettiva di gioco all’interno delle case circondariali.


Lo scorso 1° marzo la Direttrice della Casa Circondariale di Genova Pontedecimo, Paola Penco, ha inaugurato all'interno della struttura le sale multimediali, destinate alle sezioni maschili e femminili e attrezzate per leggere, scrivere, studiare, guardare film, accedere al computer, sostenere esami scolastici e universitari. 


Promuovere le risorse positive della comunità penitenziaria: un seminario di presentazione degli studi empirici, psicologici e sociologici, sul benessere psicosociale all'interno del circuito penale e del circuito penale minorile, con un particolare focus sull'impatto della pandemia in un contesto complesso come la realtà del carcere.

Un'occasione di incontro e approfondimento per gli studenti e per tutti i professionisti (psicologi, avvocati, assistenti sociali, educatori) che lavorano a contatto con la comunità penitenziaria.


L’Università di Genova e i nuovi progetti di Servizio civile universale: insieme a Comune di Genova, Coop Agorà/Confcooperative e Coop La Comunità, 21 progetti per tutte le persone tra i 18 e i 28 anni.

Leggi articolo completo su UNiGeLife: Esperienza & conoscenza: open day Servizio civile |UNiGeLife


Alla fiera dell’editoria indipendente, che si terrà da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre, ci sarà anche la Genova University Press con i suoi autori allo stand C48.
Durante la manifestazione GUP presenterà quattro nuove pubblicazioni: "Pianta Analoga di Genova", "Euroflora 1966-2022", "Genova Barocca" e "L’opera immane". 

Leggi articolo completo su UniGeLife: GUP al Book pride Genova 2022 | Unige.life


In occasione della European Researchers' Night 2022, che a Genova si realizza per il secondo anno consecutivo grazie al progetto SHARPER, il PUP partecipa a un’iniziativa promossa dalla CNUPP – Conferenza nazionale dei delegati dei rettori per i poli universitari penitenziari con il collegamento simultaneo della comunità studentesca detenuta presso gli istituti penitenziari dei vari PUP in Italia.


Il carcere è il luogo per eccellenza di privazione della libertà personale.

Per prima cosa, dunque, occorre chiedersi se i detenuti hanno diritti oppure sono assoggettati in tutto e per tutto all’organizzazione penitenziaria.


Il PUP partecipa al caffè letterario online sul tema “Le donne e la privazione della libertà: il confino”.

L’evento si terrà nella mattinata del 22 settembre 2021, come pre-event della Notte Europea dei Ricercatori 2021, con collegamenti dalle Case Circondariali femminili di Rebibbia, Pozzuoli, Genova (Carcere di Pontedecimo) e Brescia.

Leggi articolo completo su UniGe Life: Le donne e la privazione della libertà: il confino


San Marcellino e l’Università di Genova, in collaborazione con l'Associazione di mediazione comunitaria, organizzano un incontro online sulla mediazione comunitaria in ambito penitenziario per riflettere criticamente e costruttivamente a partire dai progetti attivati in questo campo in Italia.


Il CUS è il Centro Universitario Sportivo dell'Università di Genova

Attualmente è molto attivo per la promozione dell'inclusione sociale. Nel 2018/19, ad esempio, il Progetto “oltre il muro” – Sport d’evasione, ha coinvolto oltre 400 detenuti a praticare sport nelle case circondariali di Genova Marassi e Pontedecimo

Articolo completo su UniGeLife: CUS Genova: sport per universitari, ma non solo! 


Giovedì 11 marzo 2021 Roland Barkaj, albanese di 36 anni e studente del Polo Universitario Penitenziario dell'Università di Genova, discuterà la sua tesi di laurea magistrale in "Politiche ed economia del Mediterraneo". La tesi ha come relatore il prof. Andrea Pirni, docente di "Sociologia dello sviluppo" per il corso di laurea ora attivo come "Relazioni internazionali", ed è intitolata “La rivoluzione digitale nell’amministrazione pubblica e nel sistema penitenziario”.


Mercoledì 20 novembre 2013, nell’ambito del corso di “Diritti di libertà e diritti sociali” gli studenti hanno partecipato ad un seminario di studio sui “diritti di libertà dei detenuti, nella giurisprudenza costituzionale ed europea”, discutendo del tema col dott. Francesco Picozzi (funzionario del Ministero della giustizia) e Lara Trucco (docente titolare del corso).


"Abbraccia un albero per me. Lettere di Running Bear" di Christine Kaufmann (Effigie Edizioni) è un
libro toccante che aiuta a riflettere sull'esperienza della prigione e sulla crudeltà della pena di morte, oltre alla sua inefficacia dal punto di vista sociale. 


Venerdì 18 gennaio, presso la sede della Società di Letture e Conversazioni Scientifiche a Palazzo Ducale, è stato presentato il volume Mediazione comunitaria in ambito penitenziario. L'esperienza tra pari della II Casa di Reclusione di Milano-Bollate, curato da Juan Pablo Santi, dottore di ricerca in Scienze Politiche dell’Università di Genova e pubblicato nella collezione di Mediazione Comunitaria di Zona Editrice.